Pubblicato il nuovo decreto sulla privacy

Come da previsioni normative è stato emanato il nuovo decreto legislativo 101/2018 che adegua la normativa nazionale – il vecchio Codice della privacy recepito con il D. Lgs 196/2003 – con il Regolamento europeo entrato in vigore nel maggio scorso.

La materia diventa sempre più complessa e di non facile lettura. Per la sanità si riscontra la novità di non obbligatorietà dell’acquisizione del consenso scritto per il trattamento dei dati personali anche se pare non essere destinato a mutamenti significativi visto che per la comunicazione dei dati – a parenti o a persone significative – permane l’obbligo di consenso. Permane inoltre l’obbligo del consenso scritto quando i dati personali sono raccolti presso terzi (es. parenti). Questo obbligo non è però del tutto tassativo (la legge scrive “preferibilmente per iscritto”.
Non verrà quindi meno la modulistica ma soltanto cambierà la formulazione ivi contenuta.
Gli ex incaricati del trattamento – es. un medico, un infermiere o un qualsiasi altro esercente la professione sanitaria – si chiamano oggi “autorizzati”.
Sono previste diverse modalità semplificate di informazione per le strutture sanitarie.
A breve pubblicheremo un approfondimento analitico della disciplina.
Scarica il nuovo decreto legislativo Privacy nuovo codice 2018 non europeo 2