La prescrizione e la somministrazione di farmaci – Responsabilità giuridica e deontologica

Immagine Libro farmaciII edizione

Autore:

Luca Benci

Editore edizione digitale:

Luca Benci – 2014, 9,99 Euro Scarica l’indice Indice e presentazione Libro farmaci II edizion

PRESENTAZIONE ALLA SECONDA EDIZIONE

 

La seconda edizione di questo libro di Luca Benci mantiene le ottime qualità della prima stesura, caratterizzandosi per l’attenzione posta dall’Autore nell’aggiornare tutti gli argomenti che, negli anni trascorsi dal 2007, sono stati interessati da cambiamenti normativi o da significative pronunce giurisprudenziali. Per quanto riguarda in particolare le norme, nell’attuale edizione sono puntualmente menzionate ed illustrate non solo le novità legislative (fino al D.L. 36/2014, di cui sono presi, per esempio, in esame gli aspetti  relativi sia alla ricetta di farmaci stupefacenti sia all’uso off label dei farmaci), ma anche quelle deontologiche (fino al codice di deontologia medica entrato in vigore alla fine di maggio del 2014).  La presentazione delle novità è congegnata in modo da far risaltare le ripercussioni sulla loro applicazione pratica e le soluzioni possibili dei problemi interpretativi specificamente inerenti alle concrete ripercussioni nell’esercizio professionale di dette novità.

L’aggiornamento del testo diviene così una sorta di guida metodologica all’assunzione delle nuove responsabilità – connesse alle novità normative – gravanti sui professionisti sanitari. Paradigmatico, in questo senso, è il paragrafo relativo alla  prescrizione di farmaci per principio attivo, introdotta dalla spending review del 2012 e analiticamente disciplinata dalle linee guida ministeriali dell’anno successivo. Ma molto accurate, per quanto attiene le nuove responsabilità, sono anche le innovative parti dei capitoli dedicati, rispettivamente,  alla somministrazione dei farmaci ed alla prevenzione degli errori di terapia. In particolare,  mi riferisco, da un lato, alla questione della somministrazione in ambito domiciliare dei farmaci autorizzati per il solo uso ospedaliero e, dall’altro lato, alla presentazione della Raccomandazione ministeriale n. 12, dell’agosto 2010, “Look-Alike/Sound-Alike”, sui rischi di sambio di farmaci “per la somiglianza grafica e/o fonetica del nome e/o l’aspetto simile delle confezioni”.

L’impianto dell’opera e lo stile espositivo sono rimasti immutati rispetto alla precedente edizione. Persiste il rispetto di una informazione oggettiva completa e rigorosa, a cui si affianca – ove necessario – un accurato approfondimento interpretativo.

L’abilità dell’Autore resta quella di saper coniugare un linguaggio tecnico giuridico preciso con una modalità divulgativa di presentazione dei problemi pratici e delle soluzioni possibili per la loro gestione, in modo rispettoso delle regole e della tutela delle persone assistite. L’intelligenza dell’Autore è ancora una volta quella di saper individuare le questioni fondamentali ed a queste dedicare peculiare attenzione nella presentazione sistematica, teorica e pratica, della materia e nell’approfondimento dei problemi.

Padova, 16 agosto 2014

Daniele Rodriguez

Professore ordinario di Medicina legale

nell’Università degli Studi di Padova